• Home
  • Corso Operatrice Servizi Antiviolenza – primo e secondo modulo

Corso Operatrice Servizi Antiviolenza – primo e secondo modulo

La Città di Vercelli in attuazione della L.R. 4/2016 Regione Piemonte “Interventi di prevenzione e contrasto della violenza di genere e per il sostegno alle donne vittime di violenza ed ai loro figli” e in linea con il Piano straordinario contro la violenza sessuale e di genere del Dipartimento Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, realizza sul territorio diverse azioni a contrasto della violenza di genere.

La Città di Vercelli affronta da anni la tematica della violenza attraverso azioni di sensibilizzazione, intervento e prevenzione anche grazie al supporto di una rete antiviolenza.
In occasione della più recente delle attività messe in atto, l’apertura del Centro Antiviolenza Vercellese EOS, la Città di Vercelli assessorato alle Politiche Sociali in collaborazione con Coverfop ha deciso di progettare e richiedere l’approvazione di un percorso di formazione per Operatrice Servizi Antiviolenza.

Il corso, suddiviso in due moduli, ha l’intento di formare in modo specialistico l’operatrice che intende svolgere attività professionali all’interno dei servizi e/o centri per donne vittime di violenza di genere.

Le lezioni si svolgeranno presso Coverfop, in piazza Cesare Battisti n.9 a Vercelli.

Modulo 1 (durata di 36 ore): maggio-giugno 2019
Modulo 2 (durata di 24 ore): settembre-ottobre 2019

Costi
Primo modulo: € 150,00
Secondo modulo: € 100,00

Le dispense del corso saranno fornite in formato elettronico.
Ogni allieva iscritta potrà ususfruire di un’applicazione con cui consultare e utilizzare il materiale di corso.

Pre-requisiti di iscrizione:
Laurea oppure Diploma di scuola secondaria superiore accompagnati da specifica formazione/esperienza in materia di pari opportunità.

Posti disponibili: 25

La responsabile del corso dott.ssa Paola Grasso è contattabile allo 0161.502006.

Iscrizioni: entro inizio corso
Inizio lezioni del Primo Modulo: 7 MAGGIO 2019

Il corso è riservato a donne con specifica formazione e/o esperienza in materia di pari opportunità e in possesso di laurea o diploma di scuola secondaria superiore.

L‘ammissione al corso è soggetta a una selezione motivazionale / attitudinale. Sarà data priorità di accesso ai dipendenti e collaboratori di Enti aderenti alla Rete Vercellese Antiviolenza con responsabilità lavorative coerenti con le tematiche del corso.

Il percorso formativo prevede due moduli.

Modulo 1 (propedeutico): il corso prevede 36 ore suddivise in giornate da 4 ore. Le lezioni (già calendarizzate) si svolgeranno nelle seguenti giornate: 13 e 15 maggio, 23 e 24 maggio, 28 e 31 maggio, 07 e 12 giugno, 21 giugno.

Modulo 2: il corso della durata di 24 ore si svolgerà nel mese di settembre-ottobre e prevede una formazione specifica sulla promozione e animazione di reti.

I contenuti del percorso sono da intendersi come obiettivi formativi che possono essere approfonditi sulla base delle caratteristiche specifiche del gruppo classe.

Al termine di ogni modulo è prevista una prova di valutazione.

La metodologia adottata prevede l’utilizzo di lezioni frontali alternate ad una modalità interattiva che coinvolga operativamente le partecipanti e permetta loro di immedesimarsi nelle situazioni (role-play, simulazioni di casi, ecc…).

I percorsi dei due moduli in sintesi:

Operatrice servizi antiviolenza Modulo 1 (Accompagnamento in percorsi di uscita dalla relazione violenta)

Il modulo della durata di 36 ore è un aggiornamento per personale già attivo nei servizi antiviolenza o una prima formazione per coloro che decidono di approcciarsi a questo ruolo. Il corso affronterà tematiche inerenti all’accoglienza della donna, al ruolo dell’operatrice e alla gestione del carico emotivo, oltre a nozioni in materia legale per offrire una formazione completa all’operatrice che accoglie donne vittime di violenza.
Le tematiche trattate nel corso saranno:

  • Fondamenti di pari opportunità e di contrasto alla discriminazione
  • Tipologia e contesti della violenza contro le donne
  • Indicatori della violenza e delle conseguenze della violenza
  • Progetti, risorse e servizi dedicati alle donne che subiscono violenza e ai soggetti che agiscono violenza
  • Dinamiche e ciclo della violenza
  • Metodologie e strumenti per garantire segretezza e anonimato
  • Metodologie e strumenti di presa in carico
  • Metodologie e strumenti per la gestione dei colloqui e del lavoro di gruppo
  • I rischi per l’operatrice nella relazione emotiva con le donne che subiscono violenza
  • Elementi base per l’affiancamento legale
  • Elementi base servizi per i minori
  • Elementi base di intercultura

Operatrice servizi antiviolenza Modulo 2 (Promozione e animazione di reti)

Il percorso, consigliato a chi ha già partecipato al primo modulo e/o a personale già attivo nei servizi antiviolenza, è un aggiornamento formativo sul tema della rete. Lavorare sul tema della violenza di genere vuol dire innanzitutto essere in “rete”, interconnesso con le reti esistenti ed operanti sul territorio. Essere un “peer” proattivo. E’ quindi fondamentale aggiornarsi e promuovere buone pratiche promettenti e informazioni utili a migliorare l’accoglienza e l’ospitalità alle donne che chiedono aiuto per le violenze subite.
Le tematiche trattate nel corso saranno:

  • Contesti e attori territoriali di riferimento per le azioni di contrasto alla violenza di genere
  • Elementi di base per la costruzioni di reti nazionali e internazionali
  • Caratteristiche di una rete di qualità
  • Monitoraggio e valutazione del funzionamento della rete.

Chi sono i docenti

Dott.ssa Natascia De Matteis: Consigliera del Direttivo, responsabile Area Contrasto alla violenza presso Centro Studi e Documentazione Pensiero Femminile di Torino; formatrice sui temi di pari opportunità e non discriminazione

Avv. Laura Bellini: attività professionale in questioni di diritto civile con particolare attenzione al diritto di famiglia e minorile; dal 2012 è la Referente per le Pari Opportunità per l’Ordine degli Avvocati di Vercelli

Dott.ssa Claudia Raineri: Coordinatore progettazione settore Politiche Sociali della Città di Vercelli

Dott. Fabrizio Filice: Giudice Sezione G.I.P. – G.U.P.

Dott.ssa Stefania Doglioli: Direttora del Centro Studi e Documentazione Pensiero Femminile di Torino, sociologa e progettista sui temi della salute, degli studi di genere e contrasto alla violenza.

Pin It on Pinterest

Share This